Coronavirus

FisioBaso e il Coronavirus

Secondo le disposizioni ed indicazioni delle Autorità istituzionali e di settore, lo Studio è operativo anche in questa situazione di criticità.

Il paziente è sempre stato al centro della nostra professione, ancor di più lo è in questo momento di difficoltà.

In questa fase, denominata comunemente "due", permane la necessità di contenere il diffondersi dell'infezione, pur ricercando, progressivamente, un'equilibrata convivenza con le stringenti necessità ed esigenze personali, nel nostro caso, di salute e benessere. Pertanto, come dall'inizio dell'emergenza covid, e fino a diverse disposizioni delle Autorità competenti, continuiamo a somministrare le terapie che valutiamo non differibili per la salute dei nostri pazienti.

In particolare questi sono valutati dapprima attraverso un primo triage telefonico e poi presso lo Studio, con particolare attenzione verso patologie:

  • derivanti da eventi traumatici od operatori;
  • cardiologiche o neurologiche invalidanti;
  • rese urgenti dal rischio di cronicizzazione o da peggioramenti del quadro funzionale.

Inoltre, al fine di continuare ad assistere anche pazienti con altre patologie, FisioBaso attiva, ove le stesse lo consentano, un supporto a distanza, assegnando, guidando e verificando, in maniera telematica, l’esecuzione di esercizi dedicati.

Per garantire il servizio in sicurezza dal punto di vista sanitario, FisioBaso attua le necessarie, ed ormai consolidate, misure preventive e cautelative previste.

In particolare:

  • triage di valutazione telefonica;
  • triage telefonico pre-appuntamento e per ogni appuntamento;
  • sfalsamento temporale degli appuntamenti per evitare presenze in sala d'attesa;
  • distanziamento sociale ed obbligo di accesso allo Studio con mascherina;
  • uso di disinfettante per le mani all'ingresso/uscita e ampia disponibilità in tutto lo Studio;
  • pulizia e disinfezione quotidiana di tutti i locali e loro aerazione;
  • disinfezioni di superfici ed oggetti a contatto con il personale ed il paziente al termine di ogni terapia;
  • impiego DPI previsti dalle Autorità sanitarie, in relazione alle terapie e pazienti trattati;
  • fornitura di mascherina chirurgica al paziente, per le terapie che non consentano il mantenimento della distanza sociale.



© Copyright 2015. All Rights Reserved.